Quarantasei più uno

Riad uccide 47 persone. L’Iran – paese da anni nella top 2 dei paesi più assassini del mondo – minaccia Riad perché uno degli assassinati era uno dei loro. Gli […]

Riad uccide 47 persone.

L’Iran – paese da anni nella top 2 dei paesi più assassini del mondo – minaccia Riad perché uno degli assassinati era uno dei loro.

Gli altri 46 erano, pare, di al-Qaida.

La rete si riempie di pesi e misure.

C’è chi dice: l’Arabia Saudita è il paese che uccide di più, se contiamo gli uccisi pro-capite e se limitiamo il conto agli ultimi sei mesi del 2015.

Va bene, diamogli un click in più per lo sforzo.

Non sfugge, ovviamente, la “provocazione” saudita.

Laddove l’assassinato non era “per forza” un agente iraniano.

Sì, lo era in quanto sciita duodecimano che si oppone al re saudita.

Se sei sciita duodecimano e saudita diventi un agente dell’Iran.

Ne sono convinti i sauditi, ma anche gli iraniani.

Sembra essere un destino ineluttabile, di questi tempi.

——

Oggi 3 gennaio leggevo sul Messaggero che questi altri 46 erano “attivisti”.

Uno di loro era un ex di Guantanamo (vedi anche qui).